Covi, hotel & summit. Dia sequestra 45 milioni

sanvitolocapo_N.jpg

“Immobili usati per riunioni di mafia e nascondigli” : sequestro per due imprenditori

http://www.gds.it

20 novembre 2012

Nel mirino della direzione investigativa antimafia un patrimonio di oltre 45 milioni Giuseppe Pisciotto e Mariano Saracino, di Castellammare del Golfo. Il secondo avrebbe messo le sue proprietà a disposizione dei boss, anche nel Palermitano

PALERMO. La Direzione investigativa Antimafia di Trapani ha confiscato beni per oltre 45 milioni di euro riconducibili a due imprenditori di Castellammare del Golfo (Tp), Mariano Saracino, 65 anni, e Giuseppe Pisciotta, 69 anni, soci nella gestione di imprese per costruzioni edili e produzione e commercio di conglomerati cementizi.   

Saracino è indiziato mafioso e ritenuto a disposizione della “famiglia” di Castellammare del Golfo ma anche dell’area palermitana, poiché avrebbe messo a disposizione propri immobili per nascondigli di latitanti e per riunioni di mafia. L’imprenditore è stato più volte condannato, con sentenze passate in giudicato, per associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione e altro. Ha svolto la sua attività imprenditoriale sfruttando il cosiddetto “metodo mafioso“, attraverso l’illecita ingerenza nel settore degli appalti pubblici. Confiscati imprese, immobili, terreni, veicoli e altri beni.

Covi, hotel & summit. Dia sequestra 45 milioniultima modifica: 2012-11-20T13:20:00+00:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in GIUSTIZIA, ultimissime e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Covi, hotel & summit. Dia sequestra 45 milioni

Lascia un commento