L’Espresso: il dovere di dare la notizia

lucia_borsellino_lucia_N

Leggiamo e condividiamo

Il dibattito

Caso Crocetta: attacchi ipocriti, noi non ci stiamo. Critiche oneste, noi rispondiamo

http://espresso.repubblica.it/ 31 luglio 2015

Noi de “l’Espresso” invece non avevamo e non abbiamo mai avuto alcun interesse né politico né personale a pubblicare ciò che siamo venuti a sapere su Tutino e Crocetta. Lo abbiamo fatto esclusivamente per dovere giornalistico: il dovere di condividere con i lettori e con la società civile tutte le informazioni di cui eravamo entrati in possesso, dopo averle riscontrate, e che sarebbe stato censorio tenere solo per noi.

 Non c’è da parte dell’Espresso alcuna “campagna preordinata”. Quando un giornale viene a conoscenza di una notizia ha il dovere di riscontrarla e condividerla con i lettori. Questo abbiamo fatto e continueremo a fare

Fin dall’inizio, “l’Espresso” ha auspicato che così accada e continuiamo con ogni forza ad auspicarlo, anche per poter provare la piena correttezza del nostro comportamento e per dimostrare il principio che l’ha ispirato: quando un giornale viene a conoscenza di una notizia la riscontra e l’accerta, ha poi non il diritto, ma il dovere di condividerla con i suoi lettori e con la società civile, almeno dal momento in cui la pubblicazione non danneggia più le indagini in corso. LEGGI TUTTO

L’Espresso: il dovere di dare la notiziaultima modifica: 2015-07-31T15:57:51+00:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Archivi, ARTICOLI, Consiglio Superiore Magistratura, pubblicazioni, RASSEGNA STAMPA, ultimissime. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento