“Riciclo” & tangenti sindaco arrestato

1472807_699341646745132_256688988_n11

 

 

 

 

Peculato e corruzione, nei confronti dell’attuale sindaco del Comune di Mazzarrà Sant’Andrea (Me)

http://palermo.repubblica.it/ 8 settembre 2015

L’operazione è stata denominata “Riciclo”, e coinvolge oltre al sindaco di Mazzarrà Sant’Andrea Salvatore Bucolo,  tre amministratori, tra cui un ex senatore Lorenzo Piccioni di Forza Italia, della società mista pubblico-privato Tirrenoambiente che gestisce la discarica. Piccioni, 61 anni, originario di Soresina in provincia di Cremona ma residente a Biella è stato anche membro della Commissione parlamentare di inchiesta sul ciclo dei rifiuti e sulle attività illecite ad esso connesse dal 5 ottobre 2010 al 14 marzo 2013. Eletto al Senato in Piemonte è un imprenditore attivo in alcuni settori fra i quali quello dei rifiuti.

Dal marzo 2007 la Tirrenoambiente avrebbe illegittimamente rideterminato la tariffa per opere di mitigazione ambientale, riducendola di quasi il cinquanta per cento, mantenendo tale nuovo importo sino al novembre 2014, e causando così un danno patrimoniale al Comune di oltre dodici milioni e mezzo di euro, quali somme mai riscosse nei confronti degli altri Comuni conferitori. Per il ruolo svolto, l’attuale sindaco avrebbe ricevuto dagli amministratori pro-tempore 33.000 euro. Un sistema di tangenti che ha visto anche il raggiro da parte del primo cittadino dell’anziano parroco della Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Leggi tutto

“Riciclo” & tangenti sindaco arrestatoultima modifica: 2015-09-08T15:24:05+00:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in "Amministrazioni allegre", Sindaci & manette, ultimissime. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento