Palermo, beni confiscati, nuove indagini

20082_t

Rassegna stampa

Beni sequestrati, ma il boss per 14 anni ha continuato a incassare l’affitto

Sul caso, come scrive un quotidiano, ha aperto un fascicolo la Procura della Corte dei Conti. http://palermo.gds.it/ 15 settembre 2016

Beni confiscati, indaga la Corte dei conti. Ai raggi X dieci amministrazioni giudiziarie

I magistrati a caccia di sprechi e favori. Sotto accusa la gestione del patrimonio Lo Sicco: per 14 anni gli affitti di 22 immobili sono stati intascati dal boss

Sono dieci le amministrazioni giudiziarie che la magistratura contabile sta passando ai raggi X. Sarebbero già emersi sperperi nella gestione dei beni, favoritismi nelle nomine dei consulenti, veri e propri abusi.

Un altro terremoto scuote l’antimafia, sul giornale in edicola un ampio servizio, mentre si attende l’esito dell’inchiesta della procura di Caltanissetta e del nucleo di polizia tributaria di Palermo sull’ex presidente della sezione Misure di prevenzione Silvana Saguto e sul re degli amministratori giudiziari Gaetano Cappellano Seminara. Quella di Caltanissetta e quella di Palermo sono dunque inchieste diverse e del tutto autonome, entrambe stanno però cercando di fare luce su uno degli scandali più grossi degli ultimi anni. Di Salvo Palazzolo http://palermo.repubblica.it/ 15 settembre 2016

 

Palermo, beni confiscati, nuove indaginiultima modifica: 2016-09-15T11:54:17+00:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in "I(m)prenditori & manette...", "In che mani è la Giustizia?!!", Antiracket "double face", RASSEGNA STAMPA, ultimissime. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento