Sicilia-Corte dei Conti, risarcimento milionario: tariffe sanità al 400%

imgres1

Klicca Cene, viaggi, telefoni e necrologi: i conti in tasca ai partiti dell’Ars

http://www.gds.it

28/03/2014

Corte dei conti, “rimborsi gonfiati”: due ex manager condannati ad un maxi risarcimento da 15 milioni

Secondo quanto accertato dai giudici i due hanno consentito,  violando i loro doveri di controllo, il pagamento di tariffe  gonfiate anche del 400 per cento alla clinica Villa Santa  Teresa   

PALERMO. I giudici d’appello della Corte dei Conti hanno condannato Lorenzo Iannì e Giancarlo Manenti a  due maxi risarcimenti da versare all’agenzia dei beni  confiscati. Il primo, ex coordinatore sanitario del distretto  sanitario di Bagheria, dovrà pagare 8 milioni e 350 euro, il  secondo, ex direttore dell’azienda sanitaria palermitana, 6  milioni e 471 mila euro. Entrambi, già condannati in sede  penale, vennero coinvolti nel processo per i rimborsi gonfiati  alla clinica Villa Santa Teresa di Bagheria.  Il centro medico, che è stato confiscato – da qui il  risarcimento all’Agenzia –  è finito al centro di un’inchiesta  su legami tra mafia e sanità che ha visto protagonista Michele  Aiello, titolare della clinica e prestanome del boss Bernando  Provenzano. Per i giudici sia il direttore Manenti che il  coordinatore Iannì hanno le stesse responsabilità.  Leggi tutto 

Archivio-Sicilia-Corte dei Conti, inchieste & risarcimenti

Sicilia-Corte dei Conti, risarcimento milionario: tariffe sanità al 400%ultima modifica: 2014-03-28T18:26:00+01:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Archivi, ARTICOLI, Corte dei Conti, GIUSTIZIA, POLITICA, ultimissime e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento