Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

Annullamento acquisizione al gratuito patrimonio del comune di Ustica del 21 aprile 2000

Annullamento acquisizione al gratuito patrimonio del comune di Ustica del 21 aprile 2000

CONSERVATORIA DI PALERMO- 2005-cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

CONSERVATORIA DI PALERMO- 2005-cancellazione acquisizione al patrimonio del Comune di Ustica

 

Come da documento sopra pubblicato, a seguito di diffida del Sig. Baldassare Bonura trasmessa all’Agenzia del Territorio di Palermo, il Conservatore attestava che dal 2005 per ordine del DECRETO DEL TRIBUNALE CIVILE DI PALERMO: “…questo Ufficio ha gia’ provveduto all’annullamento (cancellazione) di tutte le trascrizioni di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune di Ustica. Questo Ufficio dando seguito al decreto sopra indicato il giorno 15/04/2005 ha eseguito gli annullamenti delle trascrizioni sopra elencate con le annotazioni aventi il numero particolare dal 2002 al 2009”.

Inoltre il sig. Bonura, giusto accertamento documentale e tecnico presso i pubblici uffici della Conservatoria di Palermo e del Genio Civile di Palermo, e’ il legittimo proprietario come da titolo trascritto presso la Conservatoria dei Registri immobiliari di Palermo; diritto di proprieta’ che il Comune di Ustica sine titulo continua a molestare vantando delibere/comodati inefficaci e annullati; atti amministrativi , ad oggi, sub judice per falsita’ dopo essere stato pure espropriato di ogni diritto.

cancellazione trascrizione dai RR.II. di Palermo_Pagina_1

cancellazione trascrizione dai RR.II. di Palermo_Pagina_2

Dunque, il Comune di Ustica, non solo non detiene LA PROPRIETA’ dell’Hotel, ma ha avuto annullate tutte le trascrizioni dell’immissione in possesso; in particolare quella del 24.04.2002, tra l’altro, denunciata dal Sig. Bonura, perche’ configurante una vera e propria “invasione di proprieta’ privata”, reato non soggetto a prescrizione.

L’immobile  NON E’ MAI STATO DESTINATO A NESSUNA ATTIVITA’ DI PUBBLICA UTILITA’, infatti tutta la Comunita’ usticese ne è testimone

Nessun locale dell’hotel sarebbe risultato effettivamente destinato a svolgere le attivita’ solo verbalmente rappresentate dalla difesa del Comune: tutto cio’, giuridicamente, e’ confermato dal Decreto n. 5371/2004 del Tribunale di Palermo – Sez. fallimentare (pag. 8) che respingeva IL RECLAMO PER LA REINTEGRA NEL POSSESSO al comune per non effettività delle destinazioni d’uso pubblico dell’hotel” (tra l’altro le relative trascrizioni sono state tutte cancellate dalla Conservatoria di Palermo sin dal 2005. Nel 2011, con sentenza passata in giudicato, IL POSSESSO VENIVA NUOVAMENTE RESPINTO AL COMUNE DI USTICA con seguente procedura di esproprio.

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica - Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica – Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

 

 

 

jpeg Decreto 2004 pag 2 ritagliata

Procedura di esproprio contro il Comune di Ustica con condanna civile e penale

Procedura di esproprio contro il Comune di Ustica con condanna civile e penale

Comune-di-Ustica-determinazione-rubbio-2Comune-di-Ustica-determinazione-rubbio-3-Comune-di-Ustica-determinazione-rubbio-4

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comuneultima modifica: 2019-06-26T15:41:05+02:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in comunicati, GIUSTIZIA, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, Leggiamo & pubblichiamo, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento