Amatrice, ex sindaco a giudizio, disastro colposo

Amatrice-sisma-del-1639

 

 

 

 

 

 

 

Per il cedimento di una palazzina ex Ina Casa, 7 i morti

Terremoto Amatrice, anche ex sindaco Pirozzi tra i 6 rinviati a giudizio

http://www.ansa.it 11 ottobre 2019

Il processo, al via dal 6 febbraio 2020, vedrà tra gli imputati, con l’accusa di disastro colposo plurimo, omicidio colposo plurimo e lesioni personali colpose, anche l’ex sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, oggi consigliere regionale di FdI. Leggi tutto

Rassegna stampa – Amatrice. Processo, non rispettata legge antisismica

Pubblicato in Archivi, ARTICOLI, articoli,giustizia, Comuni & inchieste, GIUSTIZIA, inchieste, Legalita' e Ambiente, RASSEGNA STAMPA, ultimissime | Lascia un commento

Strage Borsellino, il pg: “Decisa da Riina e da tutti i capi”

imgres

 

 

 

 

RASSEGNA STAMPA

https://tg24.sky.it/palermo/ 20 settembre 2019

È assolutamente illogico e inammissibile – ha continuato Lenzi – pensare che una decisione del genere, e cioè di eliminare Falcone e Borsellino, non fosse maturata nell’ambito di una riunione con tutti i vertici…

Strage di via d’Amelio, il pg: “Decisa da Riina e avallata da tutti”

“Il capo dei capi era Totò Riina. Un capo che ci teneva ad affermare il suo potere su tutti gli altri capi”. Lo ha detto il sostituto procuratore generale Carlo Lenzi nel corso della requisitoria del processo Borsellino Quater, ripresa questa mattina davanti alla Corte d’Assise d’Appello di Caltanissetta.

Leggi tutto

Pubblicato in Archivi, ARTICOLI, articoli,giustizia, Attualità, Boss & professionisti, Giudici integerrimi, GIUSTIZIA, inchieste, Leggiamo & pubblichiamo, RASSEGNA STAMPA | Lascia un commento

L’inchiesta: “abusivismo, delitti contro la pubblica amministrazione”

imgres

Rassegna stampa

Abusivismo: 85 indagati a Salina

Redazione ANSA Sicilia 31 agosto 2019

 

Controlli edilizi ‘pro forma’ e rivelazioni di notizie riservate “si sarebbe formata una associazione per trarre vantaggi personali, anche immateriali, per commettere veri delitti contro la pubblica amministrazione”.

SALINA (MESSINA) Leggi tutto

Ottantacinque persone sono indagate nell’inchiesta sull’abusivismo edilizio della procura di Barcellona Pozzo di Gotto che riguarda due dei tre Comuni dell’isola di Salina, nelle Eolie: Santa Marina Salina e Malfa. Il periodo sottoposto a indagine va da marzo 2014 a ottobre 2017. Gli indagati sono ex e attuali amministratori comunali, tecnici comunali, progettisti privati di Salina e Lipari, imprenditori, esponenti delle forze dell’ordine, residenti. Secondo il pm Federica Paiola “si sarebbe formata una associazione per trarre vantaggi personali, anche immateriali, per commettere veri delitti contro la pubblica amministrazione”.

E ancora: controlli sulle costruzioni abusive fatti “pro forma”, non segnalando gli illeciti alla magistratura; rivelazioni di notizie riservate”.

La procura avrebbe anche accertato il pagamento di 50 mila euro a un ex amministratore comunale di Santa Marina Salina da parte di un imprenditore per consentire il cambio di destinazione d’uso d’un magazzino”.

Redazione ANSA Sicilia 31 agosto 2019

Pubblicato in "Amministrazioni allegre", ARTICOLI, articoli,giustizia, Legalita' e Ambiente, Leggiamo & pubblichiamo, RASSEGNA STAMPA, ultimissime | Lascia un commento

Fiammetta Borsellino: “Più impegno nella ricerca della verità”

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino il 27 marzo 1992 al palazzo Trinacria di Palermo. Autore Tony Gentile. Fonte https://it.wikipedia.org

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino il 27 marzo 1992 al palazzo Trinacria di Palermo.
Autore Tony Gentile. Fonte https://it.wikipedia.org

Leggiamo & condividiamo

https://palermo.gds.it

A pochi giorni dall’anniversario della strage di via D’Amelio, Fiammetta Borsellino ricorda il padre e torna a chiedere il massimo impegno nella ricerca della verità.

È una richiesta – ha aggiunto Fiammetta Borsellinoche non riguarda solo la nostra famiglia, ma credo che è un qualcosa di cui tutto il popolo italiano e tutta la società si debba far carico delegando questo compito non soltanto ai magistrati e alle forze dell’ordine. Credo che ad essere stata offesa non è soltanto la buona fede e l’intelligenza della nostra famiglia ma quella di tutto il popolo italiano“.

Bellezza e amore”, ha proseguito la figlia del giudice, “sono le parole dominanti nella nostra vita.

Mio padre – ha infine ricordato Fiammetta Borsellino – anche nei momenti più difficili non smetteva mai di sorridere anche utilizzando come antidoto alla paura l’ironia, che permetteva di sdrammatizzare”.

Leggi tutto

Pubblicato in Attualità, Giudici integerrimi, inchieste, Interviste, Mafia, RASSEGNA STAMPA, ultimissime | Lascia un commento

Ustica, Hotel San Bartolomeo, annullata sentenza in favore del Comune

Pagine da sentenza usucapione amnnullataLa Corte di Appello di Palermo, con sentenza del Collegio della II^ Sezione Civile emessa il 14 giugno 2019, ha accolto pienamente le ragioni dell’appello proposto dalla difesa del sig. Baldassare Bonura, poste a base della richiesta di annullamento della sentenza di primo grado n. 2952/2015. Il procedimento civile, cinque anni fa, era stato attivato da Bonura, previa Mediazione obbligatoria in materia di diritti reali, per la sentenza dichiarativa del diritto di usucapione sull’Hotel San Bartolomeo, visti i decorsi piu’ di venti anni di possesso dell’immobile, con trascrizione ipotecaria nei Registri Immobiliari di Palermo in suo favore.

Quindi la Corte ha dichiarato la nullita’ della sentenza di primo grado, che era esitata in favore del Comune di Ustica, perche’ viziata da “motivazione apparente e perche’ priva della concisa esposizione delle ragioni di fatto e di diritto poste a base della decisione in ossequio all’art. 132 c.p.c..

Così motiva il Collegio l’annullamento accogliendo l’appello di Bonura: “Infatti, all’infuori dell’ipotesi di mancanza di sottoscrizione del giudice, espressamente prevista dal secondo comma dell’art. 161 c.p.c. è possibile, quindi, configurare altri casi di inesistenza della sentenza tutte le volte che la medesima difetti di quel minimo di elementi e presupposti necessari per produrre quell’effetto di certezza giuridica che è lo scopo del giudicato”.

Dunque per l’effetto il Collegio “rimette il giudizio al Tribunale di Palermo presso il quale la causa dovra’ essere riassunta nei termini previsti dalla legge decorrenti dalla comunicazione della presente sentenza. Dichiara compensate integralmente tra le parti le spese del presente procedimento”.

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

Ustica – Hotel San Bartolomeo, difetto di posizione giuridica del Comune di Ustica (PA)

Pubblicato in GIUSTIZIA, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, inchieste, Interviste, Leggiamo & pubblichiamo, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | Lascia un commento

Ustica, crollo al muro di falsita’ sull’hotel San Bartolomeo. Ecco la verita’

Militello 1 ipeg Comunicazione urgente assenza possesso jpeg_Pagina_1

Pagine 2 da Militello Comunicazione urgente assenza possesso

Militello 3 ipeg Comunicazione urgente assenza possesso jpeg_Pagina_3

Visti articoli e post, sull’Hotel San Bartolomeo di Ustica, diffusi su Internet e Facebook, da giornalisti non documentati ( e percio’ denunciati con iscrizione al registro degli indagati), e pure da sedicenti cronisti, preciso quanto gia’ trasmesso al Sindaco di Ustica via pec e a tutti i suoi Organi esecutivi, e pubblico tutti i documenti: in particolare LEGGI la perizia autorizzata dal Comune di Ustica che accerto’ la conformita’ dell’Hotel San Bartolomeo e dunque obbligava al rilascio dell’abitabilita’ per legge “.

PEC consegna e protocollo Continua a leggere

Pubblicato in comunicati, GIUSTIZIA, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, Interviste, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | Lascia un commento

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

cancellazione trascrizione dai RR.II. di Palermo_Pagina_1

Come da documento allegato, a seguito di diffida del Sig. Baldassare Bonura trasmessa all’Agenzia del Territorio di Palermo, il Conservatore attestava che: “…questo Ufficio ha gia’ provveduto all’annullamento (cancellazione) di tutte le trascrizioni di acquisizione gratuita al patrimonio del Comune di Ustica”. Questo Ufficio dando seguito al decreto sopra indicato il giorno 15/04/2005 ha eseguito gli annullamenti delle trascrizioni sopra elencate con le annotazioni aventi il numero particolare dal 2002 al 2009”.

cancellazione trascrizione dai RR.II. di Palermo_Pagina_2

Inoltre il sig. Bonura, dopo aver posseduto ininterrottamente l’hotel per più di vent’anni, lo ha acquistato  a titolo originario per intervenuto usucapione trascrivendone il titolo presso la Conservatoria dei Registri immobiliari di Palermo; diritto di proprieta’ che il Comune di Ustica continua a molestare vantando delibere/comodati inefficaci e annullati;  atti amministrativi , ad oggi, sub judice per falsita’.

Dunque, il Comune di Ustica, non solo non detiene il possesso dell’Hotel, ma ha avuto annullate le trascrizioni dell’immissione in possesso; in particolare quella del 24.04.2002, tra l’altro, denunciata dal Sig. Bonura, perche’ configurante una vera e propria “invasione di proprieta’ privata”, reato non soggetto a prescrizione.

L’immobile  NON E’ MAI STATO DESTINATO A NESSUNA ATTIVITA’ DI PUBBLICA UTILITA’, infatti tutta la Comunita’ usticese ne è testimone

Nessun locale dell’hotel sarebbe risultato effettivamente destinato a svolgere le attivita’ solo verbalmente rappresentate dalla difesa del Comune: tutto cio’, giuridicamente, e’ confermato dal Decreto n. 5371/2004 del Tribunale di Palermo – Sez. fallimentare (pag. 8) che respingeva IL RECLAMO PER LA REINTEGRA NEL POSSESSO al comune per non effettività delle destinazioni d’uso pubblico dell’hotel” (tra l’altro le relative trascrizioni sono state tutte cancellate dalla Conservatoria di Palermo sin dal 2005. Nel 2011, con sentenza passata in giudicato, IL POSSESSO VENIVA NUOVAMENTE RESPINTO AL COMUNE DI USTICA.

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica - Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica – Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

 

 

jpeg Decreto 2004 pag 2 ritagliata

jpeg Decreto 2004 pag 3 def

Pubblicato in comunicati, GIUSTIZIA, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, Leggiamo & pubblichiamo, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | Lascia un commento

Ustica – Hotel San Bartolomeo, difetto di posizione giuridica del Comune di Ustica (PA)

Pagine 1 sentenza Nozzetti 2011

 

In merito alle questioni giuridiche pendenti , ad oggi, sull’hotel San Bartolomeo di Ustica, come recentemente accertato dai difensori del Sig. Baldassare Bonura, si è reso noto, sia in atti dei processi civili sia in denuncia alle autorità inquirenti, che il Comune di Ustica, giusta sentenza passata in giudicato, non dispone giuridicamente del possesso dell’immobile avendo perso, nel 2011, il giudizio di reintegra nel possesso contro terzi (contenzioso iniziato nel 2005). Anche questi soggetti terzi hanno visto prescriversi il diritto possessorio, non avendolo reclamato nei termini di legge.

Pagine 5 sentenza Nozzetti 2011-2

 

Dispositivo della sentenza civile, INTER ALIAS, passata in giudicato, recante il N.3858/2011, Cron. 9582/2011 Rep. 2587/2011, depositata il 18.08.2011 e iscritta al N. 7077 del Reg. Gen. Affari civili dell’anno 2005.

In effetti, i difensori del Sig.  Bonura, recentemente,  hanno accertato l’assenza di titolo di possesso della P.A. valido per la richiesta, proposta nel 2016  contro Bonura, di “reintegra nel possesso” di un bene giuridicamente non posseduto dalla Stessa P.A. Di questo giudicato del 2011 la P.A. non poteva non sapere; per ipotesi di truffa e di frode processuale, volta alla locupletazione di un bene della famiglia Bonura, e’ già stata sporta all’autorità giudiziaria.

Il dispositivo della sentenza del 2011 respinge la “richiesta di reintegra nel possesso” del Comune di Ustica, parte attrice, contro tal SABO s.r.l., parte convenuta. Il difetto della posizione giuridica del Comune di Ustica non e’ stato accertato dal giudice cautelare, e per questo, e tanto altro, sono stati chiesti accertamenti anche in sede penale.

Inoltre, in sede civile, come e’ gia’ stato prodotto in atti ai giudici collegiali competenti, nel 2005 sono state annullate tutte le trascrizioni in favore del Comune usticese, insieme alle delibere e ai comodati d’uso emessi sull’Hotel San Bartolomeo (destinatari: Centro Studi, Gabbiano Reale, Gruppo bandistico, “magazzino”…) con ordine di cancellazione al Registro Immobiliare disposto con Decreto del Tribunale di Palermo. Infine, un precedente Decreto del 2004, emesso dal Giudice della Sezione fallimentare di Palermo, dichiarava: “prive di efficacia effettiva” le destinazioni d’uso predette. Anche questi fatti giuridici, inequivocabili, sono stati posti a conoscenza dei giudici collegiali competenti per prenderne atto in modo terzo e imparziale.

L’immobile  NON E’ MAI STATO DESTINATO A NESSUNA ATTIVITA’ DI PUBBLICA UTILITA’, infatti tutta la Comunita’ usticese ne è testimone.

Nessun locale dell’hotel sarebbe risultato effettivamente destinato a svolgere le attivita’ solo verbalmente rappresentate dalla difesa del Comune: tutto cio’, giuridicamente, e’ confermato dal Decreto n. 5371/2004 del Tribunale di Palermo – Sez. fallimentare (pag. 8) che respingeva IL RECLAMO PER LA REINTEGRA NEL POSSESSO al comune “per non effettività delle destinazioni d’uso pubblico dell’hotel” (tra l’altro le relative trascrizioni sono state tutte cancellate dalla Conservatoria di Palermo sin dal 2005). Nel 2011, come detto, IL POSSESSO VENIVA NUOVAMENTE RESPINTO AL COMUNE DI USTICA.

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica - Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

Reintegra nel possesso respinta al Comune di Ustica – Decreto del tribunale di Palermo sez. Fallimenti 2004

jpeg Decreto 2004 pag 2 ritagliata

jpeg Decreto 2004 pag 3 def

Pubblicato in comunicati, Corte dei Conti, GIUSTIZIA, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, Leggiamo & pubblichiamo, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, Ustica | Lascia un commento

Ustica e’ zona sismica dall’entrata in vigore della L. n. 64 del 2.02.1974

Pagine 6-8 da Gazzetta ufficiale Ustica zona sismica N 314 del 14 novembre 1981_Pagina_1

Ustica, e tutti i Comuni della provincia di Palermo, sin dall’entrata in vigore della Legge Nazionale Antisismica n. 64 del 2.02.1974, era nel novero dei territori soggetti alle disposizioni del Ministero delle Opere Pubbliche in ZONA SISMICA, di concerto con il Ministero dell’Interno, con riconferma del grado di sismicita’ nella Gazzetta Ufficiale del 14 novembre 1981 n 314.

Quindi, al di la’ di ciance e di ignoranza della normativa (che, come dicevano, i latini ” non giustifica errori e omissioni” ) gli edifici pubblici e privati  sin da allora dovevano rispettare le norme della legge nazionale; così come i pubblici amministratori erano tenuti alla doverosa applicazione di quanto dettato dagli articoli, in particolare quelli del controllo e delle sanzioni che richiamavano la competenza esclusiva dell’Ufficio tecnico regionale (GENIO CIVILE) ed il Giudice penale. Di seguito stralcio della Gazzetta … buona lettura.

Pagine 6-8 da Gazzetta ufficiale Ustica zona sismica N 314 del 14 novembre 1981_Pagina_2

 Pagine 6-8 da Gazzetta ufficiale Ustica zona sismica N 314 del 14 novembre 1981_Pagina_3

Pubblicato in "Amministrazioni allegre", "Scuole abusive", "Scuole abusive". inchieste, Attualità, comunicati, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, Legalita' e Ambiente, Leggiamo & pubblichiamo, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | Lascia un commento

Ustica, Hotel San Bartolomeo, comunicazione al Comune e altri Organi istituzionali

comunicazione urgente al Comune di Ustica 2019 - Copia_Pagina_01comunicazione urgente al Comune di Ustica 2019 - Copia_Pagina_02comunicazione urgente al Comune di Ustica 2019 - Copia_Pagina_03 Continua a leggere

Pubblicato in ultimissime | Lascia un commento

“Corruzione in atti Consiglio Stato e CGA Sicilia”

2778188588_cf114c57d6

fonte Redazione ANSA ROMA 7 febbraio 2019

 (ANSA) – ROMA – Sono in corso, su disposizione del gip di Roma Daniela Caramico D’Auria, misure di arresti domiciliari e perquisizioni per il reati di corruzione in atti giudiziari commessi in seno al Consiglio di Stato e al Consiglio di Giustizia amministrativa della Regione Sicilia. L’indagine è quella relativa a presunte sentenze pilotate presso palazzo Spada

( Il Messaggero) Tra le persone finite agli arresti domiciliari c’è il giudice Nicola Russo, già arrestato con l’imprenditore Stefano Ricucci. I provvedimenti restrittivi riguardano anche l’ex presidente del Consiglio di Giustizia Amministrativa siciliano Raffaele Maria De Lipsis, e il deputato dell’assemblea regionale siciliana Peppe Gennuso. I magistrati romani, diretti dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, contestano almeno 5 sentenze comprate e il versamento di tangenti da decine di migliaia di euro. https://www.ilmessaggero.it

(Giornale di Sicilia) L’INCHIESTA. Sentenze pilotate al Consiglio di Stato e al Cga della Sicilia: ex magistrati arrestati per corruzione. Salgono così a tre i giudici del Cga della Sicilia finiti agli arresti dopo le dichiarazioni di Amara e Calafiore.  http://gds.it/2019/02/07/

Leggi il post Giustizia amministrativa: arresti, complotti e minacce tra toghe e i(m)prenditori “Ecco come esitano certe sentenze…”. Leggiamo, pubblichiamo e non ci stupiamo piu’ di nulla!!  Meno male che la Giustizia e’ amministrata in nome del popolo italiano…

 

Pubblicato in "In che mani è la Giustizia?!!", Archivi, ARTICOLI, Giudici & manette, inchieste, Leggiamo & pubblichiamo, RASSEGNA STAMPA, ultimissime | Lascia un commento

Ustica-Hotel San Bartolomeo Caso giudiziario-documenti causa contro Comune +2

Notifica appello contro sentenza di primo grado n.1272/2014 querela di falso in via principale

1) Notifica appello contro sentenza di primo grado n.1272/2014 querela di falso in via principale

La causa civile per querela di falso in via principale n. 1788/2014 R.G.N.R., parte attrice Baldassare Bonura contro il Comune di Ustica, il sig. geom Compagno Salvatore e il sig. Ailara Vito (contumace) è pendente presso la Corte di Appello di Palermo per l’annullamento/la riforma della sentenza n. 1272/2014 di primo grado.

Rendo pubblici i seguenti documenti di parte attrice il sottoscritto Baldassare Bonura:

Documento 1) Notifica di Appello alla sentenza 1272/2014 (del procedimento in Appello di cui sopra). Il procedimento civile n. 1788/2014 R.G.N.R., contro il Comune di Ustica, il sig. geom Compagno S. e il sig. Ailara V. (contumace) pende in Appello: e’ stato rinviato prima per ricusazione di due giudici di cui uno Presidente del Collegio giudicante e ancora prima Presidente della Sezione fallimentare che firmo’ gli atti di chiusura del fallimento del sottoscritto (2012), fatti vertenti tutti sulla stessa materia; poi per le trattative incorse con il sindaco pro tempore Salvatore Militello e i legali delle parti in causa, come verbalizzato in udienza dai giudici del Collegio; infine per udienza per il rinvio delle conclusioni visto che “le trattative per il bonario componimento della controversia ” non hanno avuto esito positivo.

Querela d Falso rinvio per trattative udienza del 19 settembre 2018

Querela d Falso rinvio per trattative udienza del 19 settembre 2018

Pagine da Querela di Falso rinvio per trattative 19 settembre 2018 pag 2

 

Documento 2) Copia Deliberazione CONSIGLIO COMUNALE DI USTICA del 21 settembre 1981 Prot. 109 (seduta segreta ai sensi dell’art. 182 O.R.EE.LL.): “Oggetto riassunzione sig. geom. Salvatore Compagno (all’Ufficio tecnico a seguito di sospensione 15 marzo 1980) e richiesta accertamento al sindaco pro tempore Ailara Vito”;  fonte: fascicolo difesa penale del sottoscritto nel procedimento per calunnia contro il sig. Compagno da cui il sottoscritto, insieme ai propri fratelli, e’ stato assolto “perche’ il fatto non costituisce reato”: sentenza penale di assoluzione n.2326/1993 emessa, in riforma della sentenza del 1989, dalla I^ Sez. della Corte d’Appello del Distretto di Palermo Giudice Giuseppe Rizzo nq. di Presidente del Collegio giudicante – Consiglieri i Giudici: Giuseppe Nobile e Tommaso Virga – Pm Sostituto Procuratore generale della Repubblica D.ssa A.M. Leone. (Documento sottoposto ad Autorita’ Giudiziaria per l’accertamento della verita’ processuale che ha acclarato l’innocenza dei fratelli Bonura)

3) Protocollo n. 1180/1981 del provvedimento immediatamente esecutivo disposto dall’allora Sindaco Filippo Vassallo per la sospensione dell’allora tecnico Sig. geom. Compagno.

Protocollo sospensione tecnico Compagno Salvatore 15 marzo 1981

3) Protocollo sospensione tecnico Compagno Salvatore 15 marzo 1981

Riassunzione Compagno Consiglio settembre 1981

2) Riassunzione Compagno Consiglio Comunale 21 settembre 1981

 

Continua a leggere

Pubblicato in comunicati, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | Lascia un commento

Ustica. Il caso giudiziario dell’Hotel San Bartolomeo. Di chi e’ la regia di tutto questo?

Certificato di conformita' Genio-Civile-14 giugno 1983-trasmesso al sindaco del comune di Ustica e alla Prefettura

Certificato di conformita’ Genio-Civile-14 giugno 1983-trasmesso al sindaco del comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo

AVV MELI richiesta annullamento in autotela dell' ORDINANZA 22 1981

AVV MELI richiesta annullamento in autotela dell’ ORDINANZA SINDACALE n.22 /1981

I Sindaci del Comune di Ustica, sino ad oggi, “non possono non sapere che l’albergo San Bartolomeo aveva regolarmente ottenuto il Nulla Osta del Genio Civile l’1 ottobre 1980 (ex art. 18 della Legge 64/1974); “non possono non sapere” che era stata rilasciata la Conformita’ in data 14 giugno 1983 insieme al collaudo statico delle opere. Ecco il perche’. Pubblico la raccomandata inviata dall’allora mio difensore Avv.to Meli al Comune di Ustica, nell’ottobre 1983, in cui chiedeva di annullare in autotutela l’ordinanza di demolizione del Sindaco Ailara n. 22 del 5 novembre 1981 “per decadenza della concessione edilizia per mancato inizio dei lavori entro l’anno“, vista la Conformita’ rilasciata il 14 giugno 1983 dal Genio Civile di Palermo sulla pratica Hotel San Bartolomeo, che dunque non era  abusivo.

la concessione edilizia era pienamente efficace. 

Rilascio ex art.-18 L 64/1974 Nulla Osta autorizzazione inizio lavori in zona sismica

Rilascio ex art.-18 L 64/1974 de Nulla Osta: autorizzazione inizio lavori in zona sismica 1 ottobre 1980

 

Frontespizi Prog e Calcoli CA B_Pagina_4

Ustica – Hotel San Bartolomeo, cancellate le trascrizioni di acquisizione gratuita del Comune

Continua a leggere

Pubblicato in ARTICOLI, Comuni & inchieste, comunicati, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, Leggiamo & pubblichiamo, riceviamo e pubblichiamo, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | Lascia un commento

Ustica – Il caso giudiziario – Hotel San Bartolomeo: edificato ex lege 64/1974.

Genio Civile -Accesso Atti- Hotel San Bartolomeo Ustica - Rilascio Conformita' e Collaudo 14 giugno 1983

Genio Civile -Accesso Atti- Hotel San Bartolomeo Ustica – Rilascio Conformita’ e Collaudo 14 giugno 1983

Hotel San Bartolomeo Ustica- Conformita' e Collaudo statico-Trasmissione del Genio Civile al comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983

Hotel San Bartolomeo Ustica- Conformita’ e Collaudo statico-Trasmissione del Genio Civile al comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo 14 giugno 1983-Registri cartacei vidimati dagli Uffici del G.C.

Il Genio Civile di Palermo ha rilasciato conformità e collaudo statico nel 1983. La verita’ e’ venuta a galla, ed e’ pure certificata. Sono riemersi tutti i documenti per sbrogliare “la matassa”. Fonte https://arig.myblog.it/

Dal rilascio del Nulla Osta, l’1.10.1980, ad oggi tutti i sindaci di Ustica, pur avendo ricevuto gli atti amministrativi del Genio Civile di Palermo, hanno disapplicato la legge nazionale antisismica n.64/1974 che, con l’art.18, sospende le decorrenza di una concessione edilizia (annuale) sino al giorno dell’autorizzazione (Nulla Osta). Sino ad oggi la Prefettura di Palermo, che quei documenti ha ricevuto, non si e’ attivata per i dovuti provvedimenti sull’operato della P.A. di Ustica.

AGGIORNAMENTO USTICA HOTEL SAN BARTOLOMEO ANNULLATE TUTTE LE TRASCRIZIONI DI ACQUISIZIONE GRATUITA DEL COMUNE DI USTICA

Conformita' rilasciata dal Genio Civile di Palermo

Genio Civile di Palermo –  Autorizzazione ex L 64/1974 -Trasmissione al Comune di Ustica

 

Certificato di conformita' Genio-Civile-14 giugno 1983-trasmesso al sindaco del comune di Ustica e alla Prefettura

Certificato di conformita’ Genio-Civile-14 giugno 1983-trasmesso al sindaco del comune di Ustica e alla Prefettura

Si rende pubblico il documento, relativo all’accesso atti, del 7 settembre 2017, svolto dal Sig. Bonura Baldassare presso il Genio Civile di Palermo, relativamente alla pratica “Hotel San Bartolomeo” sito in Ustica (Pa).
Il documento, costituente un atto amministrativo vero, incontestabile e definitivo, e’ stato, già da tempo, depositato nei procedimenti penali e civili, oggi, pendenti, tra il Sig. Bonura Baldassare e il Comune di Ustica, presso la Procura della Repubblica e presso la Corte d’Appello del Tribunale di Palermo, ed e’ stato trasmesso, contestualmente, alla Prefettura di Palermo. Anche questi documenti sono stati immediatamente trasmessi agli Organi del Controllo per l’accertamento delle pretese del Comune di Ustica su un immobile alberghiero che non e’ abusivo e che è stato costruito secondo la legge vigente.
L’accesso atti presso il Genio Civile è stato espletato dal Sig. Bonura Baldassare a difesa del diritto reale in capo all’albergo, di cui il Comune di Ustica, ad oggi, non detiene alcun titolo certo di proprieta’. E’ stata dunque accertata l’esistenza della documentazione attestante la conformità dell’ “Hotel San Bartolomeo” ed il collaudo statico dell’albergo finito di costruire, in data 24 novembre 1982, secondo la Legge n. 64 del 1974 vigente in zona sismica, come da tavole tecniche del progetto originario bollato e vidimato dal Genio Civile, che poi lo trasmetteva validato con Nulla Osta al Comune di Ustica ed alla Prefettura di Palermo.
Scrive, infatti, il Dirigente del G.C. di Palermo: “Agli atti di questo ufficio risulta presentata istanza di autorizzazione d’inizio lavori di cui al prot. N. 12467 del 05/07/1977. Risulta inoltre richiesta di certificato di conformità per i lavori di cui al N.O. n. 17844 del 01/10/1980 e rilascio certificato di conformità e collaudo prot. N. 11311 del 14/06/1983”.

2-A-Certificato-di-conformità-uff-del-Genio-Civile-1983_Pagina_1-212x300

Genio Civile: Certificato di Conformità 14 giugno 1983 trasmesso Al Comune di Ustica e alla Prefettura di Palermo

Quanto rinvenuto presso il Genio Civile, inconfutabilmente, accerta la piena efficacia della concessione edilizia n. 331/1978  che, in zona sismica, prende efficacia solo dopo il rilascio del Nulla Osta del Genio Civile, e mai prima di esso (diversamente si incorre nel reato di abusivismo). Prescrizione di legge che, ad Ustica, l’Hotel San Bartolomeo ha pienamente rispettato.

Questo dato di fatto e di diritto e’ stato dettagliatamente accertato, pure, dalla perizia fatta svolgere sull’albergo, in sede penale, dal Giudice Dott. Paolo Borsellino, che ne attesto’ “la conformita’ delle opere realizzate alle autorizzazioni ottenute“.

Leggi tutto

/

Ustica Polizia Municipale

Documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2001 contro A.V. + altri e poi archiviato dalla Procura della repubblica di Palermo

 Documento della Polizia Municipale di Ustica prot. n. 4528 del 27 agosto 2007, documento estratto dall’indagine difensiva in favore di Baldassare Bonura nel proc. pen. n. 10982/2006 contro A.V. + altri archiviato dalla Procura della Repubblica di Palermo: “non esistono agli atti in possesso di quest’Ufficio verbali di abuso edilizio trasmessi ad Autorita’ Giudiziaria”.

Ustica. Il caso giudiziario dell’Hotel San Bartolomeo. Di chi e’ la regia di tutto questo? https://arig.myblog.it Pubblicato il 30 dicembre 2018

Hotel San Bartolomeo nella sentenza del ’93 fatti rilevanti

Pubblicato in ARTICOLI, comunicati, Hotel San Bartolomeo, Hotel San Bartolomeo. Caso giudiziario e documenti, STORIE VERE, ultimissime, Ustica | 1 commento

Sicilia, scuole: 73,9% senza verifica sismica, 56,2% senza collaudo statico

images

Scuole siciliane in stato precario. Metà senza certificato di collaudo livesicilia.it/ 5 settembre 2018

I DATI DIFFUSI DALL’ASAEL

L’associazione che riunisce gli amministratori locali: “Proroga sulle verifiche, poi gli interventi”

PALERMOGli edifici scolastici siciliani dotati di certificazione antincendio sono appena il 14%, di cui il 10% con nulla osta provvisori. Il dato arriva dall’assessorato regionale alla Pubblica istruzione, da cui emerge inoltre che il 56,2% degli edifici adibiti a funzioni scolastiche è privo di certificato di collaudo e che il 65,6% non è adeguato alle normative antisismiche.

Il 45,8%, invece, risulta costruito tra il 1946 e il 1975. Dai dati elaborati dall’assessorato emerge inoltre che solamente il 28,2% degli immobili è accatastato, mentre gli edifici senza una verifica sismica sono il 73,9% e quelli con collaudo statico sono appena il 44%. I dati allarmano l’Asael, associazione che riunisce gli amministratori locali siciliani, che ricorda il limite temporale del 12 dicembre 2018 imposto dal cosiddetto ‘decreto Milleproroghe’: entro cui dovranno essere sottoposti a verifica tutti gli immobili adibiti a uso scolastico situati nelle zone a rischio sismico 1 e 2. Leggi tutto

Pubblicato in "Scuole abusive". inchieste, Legalita' e Ambiente, RASSEGNA STAMPA, ultimissime | Lascia un commento