Omicidio Agostino. Procura di Palermo chiede archiviazione

agostino-coniugi-c-mario-virga

“Un Paese che non è in grado di assicurare verità e giustizia non può dirsi civile” – aggiunge il papà di Antonino –

http://www.siciliainformazioni.com/22 novembre 2016  

Coniugi Agostino, la Procura ha chiesto archiviazione. Papà Vincenzo angosciato

Un Paese che non è in grado di assicurare verità e giustizia non può dirsi civile – aggiunge il papà di Antonino -. Se ci sono scheletri chiusi negli armadi della politica, della magistratura, delle forze dell’ordine è arrivato il momento di tirarli fuori. Ho aspettato 27 anni, ho 80 anni e non posso combattere all’infinito. Perché continuare a farci soffrire in questo modo? Perché continuare a farci portare sulle spalle un peso così gravoso? Io non mollo ma ho paura di non riuscire a conoscere la verità prima di morire. Ma dopo di me – conclude – chiederanno verità e giustizia i miei nipoti”.

Sono veramente stanco, ma non mollo. Fino all’ultimo respiro che mi resta chiederò verità e giustizia per mio figlio. Ma oggi Antonino è stato ucciso di nuovo. Ancora una volta chi ha servito lo Stato fino al sacrificio estremo è stato pugnalato alle spalle e noi con lui”. A dirlo all’AdnKronos è Vincenzo Agostino, papà di Antonino, l’agente ucciso il 5 agosto 1989 a Villagrazia di Carini con la moglie Ida Castelluccio, sposata appena un mese prima e incinta di cinque mesiLeggi tutto

Omicidio Agostino. Procura di Palermo chiede archiviazioneultima modifica: 2016-11-23T18:56:43+00:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in ultimissime. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Omicidio Agostino. Procura di Palermo chiede archiviazione

  1. Omicidio Agostino: il gip non archivia l’indagine e fissa la data dell’udienza
    http://www.lagazzettapalermitana.it il 31 gennaio 2017

    Non è stata accolta da Gip Gabriella Natale la richiesta di archiviazione dell’indagine sull’omicidio dell’agente di polizia Antonino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, uccisi a Villagrazia di Carini il 5 agosto 1989, presentata dalla Procura. Il giudice ha fissato per il 16 febbraio l’udienza in cui inviterà pm e legale delle persone offese a discutere: poi potrebbe ordinare nuove indagini, archiviare o disporre l’imputazione. La decisione del giudice segue l’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dal difensore dei genitori di Agostino. Per il delitto, rimasto finora senza responsabili, sono indagati i boss Gaetano Scotto e Antonino Madonia e l’ispettore di polizia, con un passato nei servizi segreti, Giovanni Aiello, soprannominato “faccia da mostro” per una profonda ferita che gli deturpa il viso. Leggi tutto

Lascia un commento