Bruxelles: “UE fuori dal mondo digitale”

icann-diventa-ancora-piu-libera-svincolata-dal-controllo-diretto-usa.jpg

La Ue è fuori dal mondo digitale

Nemmeno un’azienda europea nella top ten di quelle di maggior successo, europei solo 4 dei 54 siti più visitati

Fonte ANSA

4 maggio 2010

BRUXELLES – L’Unione europea è fuori dal mondo digitale: nemmeno un’azienda europea nella top ten di quelle di maggior successo (ai primi posti Google, Amazon, eBay e Facebook), sono europei solo quattro dei 54 siti più visitati, e arranca anche sulla penetrazione della fibra ottica. A puntare il dito contro l’arretratezza digitale dell’Unione è proprio la Commissione Ue, che il 12 maggio approverà il suo piano per rilanciare lo sviluppo della rete, sia nei contenuti che nelle infrastrutture, per dare a tutti gli europei internet veloce (sopra i 30 Mbps) entro il 2020 e sbloccare un potenziale di un milione di posti di lavoro.

Per questo Bruxelles chiederà agli Stati membri di spingere sulle reti di nuova generazione – abbassando i costi amministrativi – con l’obiettivo di dare a tutti la banda larga entro il 2013 ed entro il 2020 internet sopra i 30 Mega. Mentre sopra i 100 Mbps ad almeno il 50% degli europei. Un ruolo chiave sarà giocato dalle tecnologie mobili che, spiega la Commissione, grazie a politiche di liberazione dello spettro reso disponibile dal dividendo digitale, aiuteranno a garantire la copertura nelle aree dove lo sviluppo delle infrastrutture è più difficile. Anche per quanto riguarda i contenuti, l’Europa deve ancora abbattere qualche muro per costruire un mercato unico e poter fornire la stessa offerta a tutti i cittadini.

LEGGI TUTTO http://ansa.it/web/notizie/rubriche/tecnologia/2010/05/04/visualizza_new.html_1788464517.html

Bruxelles: “UE fuori dal mondo digitale”ultima modifica: 2010-05-05T10:00:46+02:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in tecnologia e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento