Camorra, sequestrati 13 milioni ad ex Utc Casal di Principe

imgres

KLICCA Trapani. Mafia sequestro da 15 milioni nei confronti degli eredi di Ignazio Miceli, imprenditore operante nel settore dei trasporti alimentari, avrebbe fatto parte di una spartizione degli affari e di una monopolizzazione del settore dei trasporti su gomma del “Clan dei Casalesi”. http://www.gds.it

Camorra, sequestro Dia da 13 mln di euro. Riferibili a ex responsabile Ufficio tecnico Casal di Principe

Associazione per delinquere di tipo camorristico, estorsione, turbativa delle operazioni di voto mediante corruzione o concussioni elettorali, truffa ai danni dello Stato, abuso d’ufficio, falso in atto pubblico, riciclaggio, reimpiego di capitali di illecita provenienza ed altro, reati tutti aggravati dalla finalità di aver agevolato il clan dei ”casalesi”.

http://www.ansa.it

7 aprile 2013

La Direzione investigativa antimafia di Napoli sta completando l’esecuzione di un sequestro di beni, per 13 milioni di euro, riconducibili all’ex responsabile dell’Ufficio tecnico comunale di Casal di Principe (Caserta), ing. Nicola Di Caterino, amministratore di fatto della Vian srl, coinvolto, rileva la Dia, nelle vicende che ruotano intorno alla realizzazione del centro commerciale ‘Il Principe’ (mai edificato) a Madonna di Briano. Leggi tutto

Archivi- Comuni & mafia

Camorra, sequestrati 13 milioni ad ex Utc Casal di Principeultima modifica: 2014-04-07T10:00:03+02:00da aldo251246
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Archivi, ARTICOLI, Comuni & mafia, GIUSTIZIA, POLITICA, ultimissime e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento